“Un anno con don Bosco”, post #10

Bicentenario della nascita di Don BoscoOggi, Domenica 17 Marzo 2013, quinto e ultimo appuntamento del ciclo di incontri (Anno II) di “Un Anno con Don bosco”, il cammino di approfondimento del carisma salesiano proposto dalla Ispettoria Salesiana San Marco, l’Ispettoria Triveneta Madre Mazzarello e l’Associazione Salesiani Cooperatori Nord Est.
La relatrice di oggi è sr Piera Ruffinato FMA che propone un intervento dal titolo “Da Mihi Animas: i pilastri della spiritualità educativa di Don Bosco”. Suor Piera ci ha condotti nel profondo della spiritualità di don Bosco utilizzando il Da mihi animas come criterio di riferimento. Partendo da una definizione generale di spiritualità come “Opzione fondamentale, orizzonte di significato, esperienza di Dio e impegno nel mondo, via liberatrice e comunitaria” (De Fiores)  possiamo dire  che essa dipende da una scelta di vita e dal rapporto con Dio. Oggi c’è un certo relativismo anche nella spiritualità e il rischio è quello di creare un Dio a proprio uso e consumo. Se la spiritualità è un’opzione di fondo, se è incontro con Dio con cui puoi dialogare, allora orienta il tuo modo di essere e di rapportarti con gli altri.

La spiritualità cristiana propone un essere umano unificato, che non può ridursi al rispetto delle regole o alla partecipazione alla vita della comunità; è una spiritualità che pone l’individuo nella condizione di farsi continue domande per rinnovare il suo dialogo con Dio e con i fratelli.

La spiritualità che don Bosco propone nel Da mihi animas è un modo di essere che ti prende alle radici e ti fa desideroso di trasmetterlo all’altro; ti infonde gioia, serenità e ti fa diventare evangelizzatore nella vita. Questo tipo di spiritualità ti trasforma, ti “cristifica” e mette chi la incontra nella condizione di porsi delle domande sul perché la persona che la incarna ha una marcia in più.

Nel Da mihi animas don Bosco non parla di spiritualità in modo teorico e parla poco del suo rapporto con Dio. Attraverso il racconto di ciò che è stato fatto e delle azioni, invece, egli testimonia come agisce Dio e come è presente nell’esistenza di ciascuno. In questo progetto don Bosco si pone come strumento per salvare ed educare i giovani.

La spiritualità di don Bosco è quindi educativa perché la scelta di Dio si concretizza attraverso il compito educativo. Il Santo riassume la sua esistenza proprio nella ricerca delle anime da educare e da salvare; idee, pensieri, azioni sono tutte orientate alla salvezza dei giovani. Questo tipo di spiritualità, concentrata su alcune cose importanti, unifica l’uomo e gli fa vivere compiutamente il messaggio evangelico. Al contrario, chi vive la sua esistenza all’esterno e fa delle passioni e della ricerca del piacere la sua ragione di vita, non riuscirà a  trovare il suo “centro” e sarà condannato a cercare nel consenso degli altri la soluzione alla sua insicurezza di fondo, data dall’ansia di morire.

Quando don Bosco chiede anime da salvare guarda al giovane nella sua interezza e ci dice che l’educatore è colui che svela all’altro ciò che già è e ciò che già ha, colui che deve portare i giovani a incontrare se stessi e per fare questo deve essere umile e centrato.

La spiritualità di cui ci parla don Bosco è dunque una spiritualità attiva che si trasferisce in tutto ciò che uno fa e in particolare nella vocazione educativa.

Questi gli argomenti principali trattati nell’incontro di ieri, un’occasione davvero preziosa per riflettere sulla propria spiritualità e per porsi nuove domande alla luce degli spunti offerti da don Bosco.

Con questo incontro si conclude il ciclo di incontri di “Un Anno con Don bosco” ma, come hanno sottolineato gli organizzatori, l’esperienza non finisce qui e danno appuntamento a tutti al prossimo anno.
Nel corso di due anni il ciclo di incontri ha consentito di approfondire lo studio di San Giovanni Bosco, della sua pedagogia e della sua spiritualità, in un percorso di avvicinamento alle celebrazioni del Bicentenario della sua nascita nel 2015.
E’ possibile scaricare il volantino ufficiale con il programma completo degli incontri svolti dal sito www.donboscoland.it.
TGS Whiteboard, il blog del TGS Eurogroup, ha seguito con passione ogni singolo appuntamento del ciclo di incontri, sintetizzandone i contenuti in altrettanti post, consultabili alla pagina “Un anno con don Bosco”.

Roberta

Link utili:
Tutti i post relativi a “Un anno con don Bosco”

Materiali per “Un anno con Don Bosco” su donboscoland.it

0 Responses to ““Un anno con don Bosco”, post #10”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Link

il sito web del TGS Eurogroup

Calendario

marzo: 2013
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivio

Vuoi ricevere una notifica email per essere avvisato sulla pubblicazione di nuovi post? Inserisci il tuo indirizzo email qui sotto per iscriverti a questo blog!

Segui assieme ad altri 1.206 follower