Buona Festa di San Domenico Savio!

domenicosavioRicorre oggi una ricorrenza importante: la Festa di San Domenico Savio, uno dei santi più amati da tutta la Famiglia Salesiana. La sua prima biografia fu scritta dallo stesso don Bosco come una forma narrativa di pedagogia dell’eccellenza. Negli ambienti salesiani la vicenda umana di Domenico è stata più volte ripresa e approfondita, sia dal punto di vista dell’educazione che dal punto di vista della spiritualità giovanile. Leggiamo assieme un breve articolo scritto dal nostro Rettor Maggiore don Pascual Chávez Villanueva e pubblicata nel “Bollettino Salesiano” del Maggio 2004…

FRUTTI DEL SISTEMA PREVENTIVO
di Pascual Chávez Villanueva   
 
Domenico Savio (Riva 1843 – Mondonio 1857)

Sono i primissimi frutti del Sistema Preventivo, quelli coltivati da Don Bosco stesso. Gli sono riusciti così bene che ne ha voluto stendere il profilo per donarlo ai suoi figli e a tutti i giovani del mondo.

Domenico Don Bosco lo incontrò il 2 ottobre 1854, nel cortiletto davanti alla sua casa dei Becchi. Ne rimase sbalordito: Conobbi in quel giovane un animo tutto secondo lo spirito del Signore, e rimasi non poco stupito considerando i lavori che la grazia di Dio aveva operato in così tenera età. Franco e deciso, Domenico gli disse: “Io sono la stoffa, lei ne sia il sarto… faccia un bell’abito per il Signore…”.Venti giorni dopo Domenico era all’Oratorio, e si mise a camminare veloce sulla strada che Don Bosco gli tracciò per farsi santo: allegria, impegno nella preghiera e nello studio, far del bene agli altri, devozione a Maria. L’8 dicembre di quel 1854, mentre il Papa definiva il dogma dell’Immacolata, Domenico si consacrò a lei leggendo alcune righe che aveva buttato giù su un foglietto: “Maria, vi dono il mio cuore. Fate che sia sempre vostro. Gesù e Maria, siate voi sempre gli amici miei, ma per pietà fatemi morire prima che mi accada la disgrazia di commettere un solo peccato”. Per quasi cent’anni, quelle parole sarebbero diventate la preghiera degli aspiranti salesiani. Il capolavoro lo compì l’8 giugno 1856 quando radunò Rua, Cagliero, Cerruti, Bongioanni e un’altra decina di splendidi giovani e fondò con loro la Compagnia dell’Immacolata. S’impegnarono a diventare apostoli tra i compagni, a star vicino a chi si sentiva solo, a diffondere gioia e serenità. Fino al 1967 la Compagnia sarebbe stata in ogni opera salesiana il gruppo dei giovani impegnati, cenacolo delle future vocazioni salesiane. Nove mesi dopo, mentre era in famiglia per rimettersi in salute, Domenico andò incontro a Dio. Era il 9 marzo 1857.

don Pascual Chávez Villanueva, Rettor Maggiore dei salesiani di Don Bosco

Link correlati:

0 Responses to “Buona Festa di San Domenico Savio!”



  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Link

il sito web del TGS Eurogroup

Calendario

maggio: 2013
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Archivio

Vuoi ricevere una notifica email per essere avvisato sulla pubblicazione di nuovi post? Inserisci il tuo indirizzo email qui sotto per iscriverti a questo blog!

Segui assieme ad altri 1.108 follower